Contattaci

Fund Focus

Pilastro 2: Carmignac Patrimoine, i mattoni Costruire una strategia diversificata incentrata su driver di performance a lungo termine

13.10.2016

L’insieme di 3 driver di performance offre una soluzione di investimento a lungo termine attraverso un approccio basato su convinzioni.

La nostra analisi macroeconomica approfondita è essenziale per definire l’allocazione alle diverse asset class e ai temi di investimento di lungo termine. La struttura del portafoglio, non vincolata ad alcun indice di riferimento, è il risultato dell’analisi di mercato e delle view dei gestori. Il rigoroso approccio bottom-up ci consente di individuare le migliori opportunità di investimento in tutte le asset class.

Convinzioni di lungo termine

Per un gestore circondato dall’inerzia europea, è al contempo confortante e incoraggiante trovare opportunità di crescita. Sono là fuori, le ho viste.

    Edouard Carmignac, di ritorno da un viaggio in Cina nel settembre 1993  

AZIONI

  • Mercati emergenti
    Il miglioramento del tenore di vita nei mercati emergenti è uno dei nostri principali temi di investimento dal 1989. Eravamo convinti - e lo siamo tuttora - che non solo la Cina ma l’intera Asia e il mondo emergente nel suo complesso racchiudevano un potenziale di forte crescita.
  • Le nuove sfide
    L’aumento dell’aspettativa di vita e il cambiamento dei modelli di consumo nella generazione dei Millennials potranno determinare quali aziende si affermeranno domani. Queste società rappresentano le principali fonti di crescita del nostro portafoglio.
prod/header_flashnote-it_1190x390.jpg

OBBLIGAZIONI

  • Banche Europee
    La nostra esposizione al credito finanziario europeo risale al 2012, quando sono entrate in vigore le nuove normative sul delevereging e il derisking dei bilanci delle banche europee. Da allora le banche europee hanno avviato un lento ma solido miglioramento dei coefficienti patrimoniali, pur con una contrazione dei bilanci. Di conseguenza, le obbligazioni corporate del settore finanziario hanno subito una significativa compressione degli spread.

 

  • Titoli di Stato Europei
    Dall’agosto 2012, dopo l’annuncio del presidente della BCE Mario Draghi che avrebbe fatto “whatever it takes” per salvare l’Euro, abbiamo espresso una forte convinzione nei confronti dei Titoli di Stato periferici europei.
Pilar2_en_2

Fonte: Carmignac, 31/08/2016

View attuali

  • Titoli a visibilità elevata

    Le incertezze che offuscano attualmente il clima economico e politico confermano l’interesse per i titoli non ciclici con una buona visibilità degli utili. Gli investitori privilegiano le società di maggior successo incentrate su dinamiche di crescita a lungo termine e in grado di sovraperformare il mercato in generale, indipendentemente dalla fase del ciclo economico attraversata.  

    L’innovazione ma soprattutto la crescita sono la linfa vitale delle società operanti nel settore di internet e delle tecnologie. Gli investimenti di Carmignac in questo settore privilegiano le società ritenute in grado di offrire ulteriori vettori di crescita a lungo termine. Società in crescita tendenziale come Amazon e Facebook sono buoni esempi di aziende in grado di generare performance nel lungo termine e di destreggiarsi in un contesto di crescita moderata.

    Pilar2_carousel_1
  • Titoli energetici

    L’attuale volatilità dei mercati rappresenta una fonte di nuove opportunità. Questo è particolarmente vero nel settore dell’energia, dove il crollo dei prezzi ha offerto un eccellente punto di ingresso a inizio anno.

    Dopo che gli investitori hanno abbandonato il settore, le migliori prospettive di cui gode ora il settore petrolifero ci hanno condotti a un rigoroso stock picking di titoli a qualità elevata.

    Pilar2_carousel_1
  • Mercati emergenti

    Azioni emergenti

    Dopo le turbolenze del 2015, i mercati emergenti si sono nuovamente posizionati in territorio positivo, favoriti da un clima economico più clemente. Abbiamo aumentato l’esposizione all’universo emergente attraverso un rigoroso processo di investimento, che ci ha consentito di generare performance sull’intero ciclo di mercato.

    Titoli di Stato emergenti

    In un contesto in cui l’apprezzamento del dollaro si è interrotto, la Fed esita ad attuare una politica aggressiva di rialzo dei tassi e la domanda cinese si è stabilizzata, un’esposizione attenta e selezionata ai Titoli di Stato emergenti (principalmente di paesi ancorati alle materie prime) ci ha consentito di includere nel portafoglio debito a basso costo con rendimenti interessanti, in particolare di Brasile, Messico e Argentina.

    Pilar2_carousel_3
  • Banche europee

    Il credito delle banche europee dovrebbe confermarsi uno dei nostri principali generatori di performance. Il processo di deleveraging e derisking del settore dovrebbe proseguire e rappresenta una tematica fondamentale per i leader nazionali del settore del credito finanziario.

    Pilar2_carousel_4

NEXT

Pilastro 3: Carmignac Patrimoine, la pietra angolare