News Fondi

Carmignac Sécurité affronta il Covid-19

24.03.2020

Quali sono i principali driver dei mercati?

  • In Europa si estendono le misure di contenimento radicali. Ciascuna di esse ha profonde implicazioni in termini economici e determina bruschi sell-off sui mercati, anche per il debito qualificato come asset rifugio.

  • Negli Stati Uniti la Federal Reserve ha annunciato misure ‘eccezionali’ a sostegno dell’economia (Quantitative Easing illimitato che per la prima volta comprende anche acquisti di titoli corporate) e in Europa è stato predisposto un pacchetto da €750 miliardi (“programma di acquisto di emergenza in caso di pandemia”) con la promessa di fare di più se necessario. Anche i governi varano sempre più manovre di sostegno fiscale.

Anche se le autorità sembrano avere preso in mano la situazione, permangono enormi incertezze (quanto durerà l’emergenza, che impatto si avrà sulla crescita...) che determinano profondi shock nei mercati.

Che cosa abbiamo fatto per ridurre il rischio in Carmignac Sécurité?

I gestori hanno gestito attivamente l’esposizione ai Titoli di Stato e ai mercati del credito nelle scorse settimane, con un’unica priorità: ridurre il profilo di rischio del portafoglio per limitare le perdite potenziali in questo periodo di saliscendi dei mercati obbligazionari.

Principali modifiche apportate:

  • Riduzione globale della duration modificata ai tassi di interesse

    Aumento della duration ai tassi di interesse dei paesi core:

    • Neutralizzazione delle posizioni corte sui tassi tedeschi.
    • Aumento/mantenimento dell’esposizione ai tassi core laddove le Banche centrali godono di margini di manovra per intervenire, come Australia e Stati Uniti.

    Riduzione dell’esposizione al debito non-core:

    • Riduzione dell’esposizione agli altri paesi europei non core (Grecia, Cipro, Slovacchia, Slovenia, Portogallo).
    • Gestione attiva dei Titoli di stato italiani.
  • Implementazione di protezioni sul portafoglio credito




    • Utilizzo di derivati su indici per coprire la parte più rischiosa dell’esposizione creditizia.


    • Riduzione dell’esposizione alle obbligazioni finanziarie subordinate e al credito corporate a scadenza lunga.

  • Aumento della liquidità




    • La liquidità e i titoli monetari a breve rappresentano il 25% dell’AuM totale e il 50% delle obbligazioni con scadenza < 2 anni.

Carmignac Sécurité

Principali rischi del Fondo

TASSO D'INTERESSE: Il rischio di tasso si traduce in una diminuzione del valore patrimoniale netto in caso di variazione dei tassi.

CREDITO: Il rischio di credito consiste nel rischio d'insolvibilità da parte dell'emittente.

PERDITA IN CONTO CAPITALE: Il portafoglio non gode di alcuna garanzia o protezione del capitale investito. La perdita in conto capitale si produce al momento della vendita di una quota a un prezzo inferiore rispetto al prezzo di carico

CAMBIO: Il rischio di cambio è connesso all'esposizione, mediante investimenti diretti ovvero utilizzando strumenti finanziari derivati, a una valuta diversa da quella di valorizzazione del Fondo.

L'investimento nel Fondo potrebbe comportare un rischio di perdita di capitale.