[Header] [About us] [SRI] Socially Responsible Investment (SRI)

Investimento socialmente responsabile (ISR)

Forti dell’indipendenza e della trasparenza che caratterizzano il nostro operato sin dal 1989, abbiamo da tempo adottato la pratica dell’investimento responsabile, consapevoli della responsabilità d’impresa nei confronti degli investitori e dei doveri di stewardship che ci incombono in quanto leader dell’industria europea dei fondi di investimento.

In qualità di “Risk Managers”, puntiamo a contenere i rischi sul maggior numero possibile di fattori, tra i quali rientrano a pieno titolo i rischi legati alla cattiva governance e alla sottorappresentanza degli azionisti, il mancato rispetto delle esigenze sociali quali la salute e la sicurezza e dei criteri ambientali, in particolare riguardo alle riserve di combustibile fossile.

In quanto firmatari degli UNPRI (Principi per l’investimento responsabile delle Nazioni Unite) nel 2012 e come società di investimento di diritto francese (soggetta alla legge del governo francese Grenelle II del 2010, artt. 224-238), abbiamo ulteriormente accresciuto il livello di trasparenza in merito all’inclusione dei criteri ESG (ambientali, sociali e di governance) nel nostro processo di investimento. Applichiamo ogni principio UNPRI alla maggior parte dei Fondi della nostra gamma.

[Divider] [SRI] Rocks

Impegno ISR a lungo termine e principi UNPRI


 

Presenti da quasi 30 anni nel settore degli investimenti, siamo da sempre impegnati a dimostrare:  

  • Indipendenza: il capitale è interamente detenuto dai nostri dirigenti, dai gestori e dai dipendenti. Non siamo legati ad alcun gruppo e ciò limita significativamente i rischi di conflitti di interesse con le società in cui investiamo il patrimonio affidatoci (AUM).
     

  • Trasparenza: in ogni relazione trimestrale pubblichiamo la composizione dettagliata dei portafogli dei nostri Fondi. Le relazioni sono consultabili pubblicamente sul sito web, assicurando così l’assoluta chiarezza delle nostre strategie di investimento. Le relazioni annuali certificate dei Fondi includono un commento sulle principali sfide ambientali, sociali e di governance delle società in cui deteniamo una partecipazione.
     

  • Responsabilità: nella selezione dei titoli, escludiamo le società impegnate in attività controverse, come per esempio le mine antiuomo e le bombe a grappolo. Effettuiamo inoltre una selezione negativa sulla base delle sanzioni applicate dall’Unione europea e delle convenzioni globalmente riconosciute nel rispetto di specifiche norme*. Gli incontri regolari con il management delle società nelle quali investono i nostri Fondi e le visite in loco negli stabilimenti di produzione ovunque nel mondo rappresentano il mezzo più affidabile per valutare l’adesione ai criteri ESG da parte delle imprese e la loro promozione dello sviluppo sostenibile. La nostra politica attiva di voto è coerente con questo impegno a favore delle best practice in tutte le società.

*Per maggiori dettagli sull’esclusione in base al settore di attività si prega di guadare qui sotto e/o di contattarci.

Che cosa significa per noi aderire ai criteri ESG?

 

  • Ambiente: nella nostra sfera di interesse rientrano l’impatto delle imprese sull’ambiente e la loro capacità di offrire servizi e prodotti idonei per affrontare le sfide ecologiche. Tra le problematiche ambientali da noi prese in esame rientrano il trattamento delle emissioni di carbonio, l’inquinamento, i rifiuti e i consumi idrici da parte delle imprese.  
     
  • Società: le nostre azioni di monitoraggio si concentrano sull’impatto ambientale delle imprese nei confronti di tutti gli stakeholder (fornitori, dipendenti, consumatori) alla luce delle crescenti aspettative dell’opinione pubblica in materia di responsabilità sociale d’impresa. Tra le problematiche sociali da noi considerate rientrano tutte le categorie di abusi nei confronti dei dipendenti, le metriche di valutazione per l’avvicendamento del personale, la diversità, la salute e la sicurezza sul posto di lavoro, la distribuzione del reddito e la sicurezza dei prodotti.  
     
  • Governance: la nostra attenzione è focalizzata sul valore aggiunto prodotto dalle società che incoraggiano una condotta di governance etica. Le problematiche di governance da noi considerate includono la tendenza a fare uso di corruzione e tangenti, il coinvolgimento e l’impatto dei governi sul management della società, l’indipendenza del consiglio di amministrazione, la remunerazione dei dirigenti e le pratiche contrarie ai principi della libera concorrenza.  
     

Firmatari dei principi UNPRI dal 2012

 
Ci impegniamo pubblicamente a rispettare e applicare i Principi di Investimento Responsabile delle Nazioni Unite (UNPRI). Ad oggi, oltre 1.800 società di investimento hanno aderito ai principi UNPRI e sostengono l’integrazione dei criteri ambientali, sociali e di corporate governance nelle pratiche di investimento. Abbiamo progressivamente integrato i sei Principi di Investimento Responsabile (PRI) nella maggior parte dei nostri Fondi:  
 

1. Considereremo i fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) nei processi di analisi e nelle scelte di investimento.
2. Saremo investitori attivi e includeremo i criteri ambientali, sociali e di governance nelle nostre politiche e pratiche di azionariato.
3. Ci impegneremo a richiedere alle società nelle quali investiamo di rendere pubbliche tutte le informazioni in merito ai criteri ambientali, sociali e di governance.
4. Promuoveremo l'accettazione e la diffusione dei Principi nell’industria finanziaria.
5. Lavoreremo insieme per rendere sempre più efficace l’applicazione di questi Principi.
6. Presenteremo un bilancio delle nostre attività e dei progressi compiuti nell'implementazione di questi Principi.


I principi UNPRI avvalorano i punti di forza delle politiche SRI di Carmignac:

  • Esito della valutazione UNPRI 2018:: Carmignac ottiene un rating A per le categorie “Strategia e Governance”, “Azioni quotate - integrazione” e “Azioni quotate – partecipazione attiva”.

  • Relazione UNPRI sulla trasparenza 2018: Accedi al documento integrale (in inglese)
[Article image] [About us] [SRI] PRI logo
[Divider] [SRI] Sand

Adesione globale ai criteri ESG


 

Carmignac è una società di investimento consapevole delle sue responsabilità nei confronti della società. La maggior parte dei nostri Fondi è fortemente impegnata a favore delle misure sulla sostenibilità assunte dalle imprese e integra la dimensione ESG nella sua politica di investimento. I nostri gestori e analisti sono direttamente responsabili dell’implementazione e del monitoraggio dei criteri ESG nei loro portafogli. Un comitato ESG composto da 12 membri e presieduto dal coordinatore ESG supporta il team di investimento nelle fasi più rilevanti del processo di investimento.

Al 31/01/2019, il 90% del nostro patrimonio gestito* integra i criteri ESG (15 Fondi sottoelencati):

  • Carmignac Investissement,
  • Carmignac Portfolio Investissement,
  • Carmignac Portfolio Grande Europe,
  • Carmignac Euro-Entrepreneurs,
  • Carmignac Portfolio Euro-Entrepreneurs,
  • Carmignac Emergents,
  • Carmignac Portfolio Emergents,
  • Carmignac Portfolio Commodities,
  • Carmignac Patrimoine,
  • Carmignac Portfolio Patrimoine,
  • Carmignac Portfolio Patrimoine Europe,
  • Carmignac Portfolio Emerging Patrimoine,
  • Carmignac Portfolio Unconstrained Global Bond,
  • Carmignac Sécurité,
  • e Carmignac Portfolio Sécurité.

*Il patrimonio gestito non comprende i fondi di fondi e i mandati di gestione.

Applicazione dei criteri ESG nel processo di investimento

 

L’integrazione dei criteri ambientali, sociali e di governance nel processo di investimento si articola in 4 fasi:  

1. Comprendere: integrare e selezionare le best practice in materia di investimento socialmente responsabile. Avvalersi dello strumento di screening ex ante MSCI Business Involvement Screening Research e delle ricerche sulle società effettuate da MSCI ESG Ratings.

2. Integrare i criteri ambientali, sociali e di governance: Integrare la valutazione dei fattori ESG nella logica di investimento e nel monitoraggio costante. Individuare i fattori di rischio e adottare un comportamento responsabile. Rispettare un elenco di esclusione di società, riconoscere gli aspetti potenzialmente controversi negli investimenti e impegnarsi con le società rispetto a queste tematiche.

3. Impegnarsi: promuovere nel tempo i criteri ambientali, sociali e di governance, in particolare attraverso la nostra politica di voto attivo.

4. Comunicare: pubblicare la nostra politica di voto e le relazioni annuali. Pubblicare le relazioni annuali dei Fondi con un commento specifico sulla dimensione ESG. Pubblicare le emissioni di CO2 per quasi il 40% del patrimonio gestito. Rendere disponibile su richiesta l’analisi di MSCI ESG Analytics in tema di criteri ambientali, sociali e di governance e dell’impronta di carbonio dei nostri Fondi.

Esclusioni settoriali e normative


Per ciascuno dei nostri Fondi, l’universo di investimento è filtrato secondo una lista di esclusione basata su norme e convenzioni internazionali. Sono pertanto esclusi gli investimenti nelle società russe oggetto di sanzioni da parte dell’Unione Europea, le società che si ritiene non rispettino il “Patriot Act” statunitense, i diritti umani o il trattato di Oslo/Ottawa e gli investimenti nei costruttori di armi controverse. Gli investimenti nelle società nucleari non sono vietati ma sono sistematicamente oggetto di una richiesta di giustificazione del sistema al gerente/committente. Sulla base delle convinzioni proprie di Carmignac, la lista delle restrizioni si estende ai produttori di tabacco e carbone* per la maggior parte dei Fondi.


*I produttori di carbone che generano più del 25% del fatturato dall’estrazione del minerale sono esclusi da tutti i nostri Fondi azionari, ad eccezione di Carmignac Portfolio Commodities che ha un limite del 5% del patrimonio gestito.

[Divider] [SRI] Tree bark

Fondi socialmente responsabili


 

Abbiamo accresciuto il nostro impegno a favore dell’investimento sostenibile offrendo 4 Fondi che adottano un approccio socialmente responsabile, documentato nel prospetto di ciascun Fondo:

  • Carmignac Emergents,
  • Carmignac Portfolio Emergents,
  • Carmignac Portfolio Grande Europe,
  • e Carmignac Portfolio Emerging Patrimoine.

Tenuto conto dell’ampiezza del perimetro ISR, riportiamo nella seguente tabella ulteriori informazioni sulle dimensioni contemplate da ciascun Fondo.

Tableau-1--SRI-IT

I paesi di distribuzione al pubblico di ciascun Fondo sono riportati nel Fund Processing Passport (FPP) e nel nostro sito internet.

Accedi al glossario

Carmignac Emergents:

Carmignac Portfolio Emergents:

Carmignac Portfolio Grande Europe:

Carmignac Portfolio Emerging Patrimoine:

[Divider] [SRI] Clay

Politica di voto e relazioni ISR


 

Politica di voto e relazioni

 
Collaboriamo con Institutional Shareholder Services (ISS), società leader nella Corporate Governance e nell’analisi ed elaborazione del proxy voting. Possiamo così beneficiare della scala globale di ISS e delle sue approfondite raccomandazioni e ricerche in materia di governance, conservando il controllo totale delle nostre scelte di voto. Abbiamo adottato le linee guida sulla sostenibilità di ISS.

Scarica qui il documento sulla politica di voto e le relazioni:

Codice per la trasparenza

 
L’investimento socialmente responsabile (ISR) è parte essenziale del posizionamento strategico e del comportamento di Carmignac. Siamo formalmente attivi nell’ambito dell’ISR dal 2012 e accogliamo con piacere l’introduzione del Codice europeo per la trasparenza degli investimenti socialmente responsabili.

Questa è per noi la prima dichiarazione di impegno con riferimento al periodo dal 30/06/2017 al 29/06/2018. La scheda completa di adesione al Codice europeo per la trasparenza degli investimenti socialmente responsabili è consultabile al seguente link ed è riportata nella relazione annuale dei Fondi (dicembre 2018).

Codice per la trasparenza – Fondi emergenti

Codice per la trasparenza – Fondo europeo (in inglese)


Politica in materia di CO2

 
Carmignac ha reso l’attenzione alle sfide climatiche parte integrante del suo processo di investimento e ha aderito agli sforzi intrapresi nel quadro delle iniziative della Cop21 e all’articolo 173 della Legge francese sulla transizione energetica ripresa nel Codice monetario e finanziario (art. L533-22-1).

Al 31/12/2018, €11,3 miliardi (28%) del patrimonio gestito (AUM) dei nostri Fondi è misurato e monitorato in termini di emissioni di carbonio.

I Fondi Carmignac per i quali sono misurate e monitorate le emissioni di carbonio sono i seguenti:

  • Carmignac Investissement / Carmignac Portfolio Investissement,
  • Carmignac Emergents / Carmignac Portfolio Emergents,
  • Carmignac Euro-Entrepreneurs / Carmignac Portfolio Entrepreneurs,
  • Carmignac Portfolio Commodities,
  • Carmignac Portfolio Grande Europe
  • Carmignac Long-Short European Equities / Carmignac Portfolio Long-Short European Equities
  • Carmignac Patrimoine (comp. azionaria)
  • Carmignac Portfolio Emerging Patrimoine (comp. azionaria)

Analisi delle emissioni di carbonio per Fondo

L’impronta di carbonio di questi investimenti è inferiore del 67% rispetto all’indice di riferimento per ogni milione di euro investito.

Tableau-2--SRI-IT.png

(1) I Fondi Carmignac per i quali sono misurate e monitorate le emissioni di carbonio. (2) L’indice di riferimento di ogni Fondo è investito ipoteticamente con lo stesso patrimonio gestito del corrispondente Fondo azionario di Carmignac e calcolato per le emissioni totali di CO2 e per ogni milione di euro investito. Fonte: MSCI Carbon Analytics, 31/12/2018