Carmignac

Carmignac Portfolio Credit: Lettera del Gestore

  • +1.55%

    Performance di Carmignac Portfolio Credit
    nel 2° trimestre del 2021 per la quota A EUR Acc.

  • +0.57%

    **Performance dell’indice di riferimento **
    nel 2° trimestre del 2021 per l’indice composto da 75% ICE BofA Euro Corporate e 25% ICE BofA Euro High Yield .

  • +2.82%

    Performance del Fondo dall’inizio dell’anno
    rispetto a +0,43% dell’indice di riferimento

Analisi della performance trimestrale

Per molti aspetti, il secondo trimestre del 2021 è risultato simile ai primi tre mesi dell’anno. Le valutazioni sul mercato del credito sono rimaste complessivamente elevate. A parte il fatto che gli spread di riferimento sono mediamente bassi, i mercati sono ancora caratterizzati da una notevole segmentazione tra opportunità che appaiono sicure, e che vengono offerte a prezzi che talvolta rasentano l’assurdo, e situazioni che appaiono più complesse e sono spesso trascurate.

Tale segmentazione è stata originata dall’uso costante della liquidità delle Banche Centrali come prima soluzione agli shock economici nell’ultimo decennio. Gli investitori alla ricerca di rendimento, sempre più scarso su tutti i mercati finanziari, sono stati indotti a privilegiare il credito come asset class. Ciò spinge le valutazioni a livelli così bassi, che la maggior parte degli investitori ritiene di non potersi più permettere casi di default all’interno dei portafogli; una volta decurtate le commissioni dagli scarsi spread creditizi offerti, un singolo caso di default può effettivamente azzerare diversi anni di performance per un Fondo che segue un indice di riferimento.

Di conseguenza, e in un certo senso paradossalmente, l’elevata avversione al rischio coesiste con la frenetica caccia al rendimento. Il sottoinsieme del mercato che mostra maggiore complessità, e che necessita di essere attentamente analizzato, viene trascurato e offre quindi opportunità di valore aggiunto.

Ne consegue che è sempre più difficile trovare valore aggiunto sui mercati del credito nell’ambito del “beta”, o di un’esposizione più ampia al mercato nel suo complesso, e sempre più facile trovarlo nell’ambito “dell’alpha”, ovvero nella selezione delle obbligazioni e in quella oculata degli emittenti che presentano un profilo interessante in termini di rapporto rischio/rendimento. Questa non rappresenta una novità; dalla Grande Crisi finanziaria, il mercato opera in questa modalità per lunghi periodi di tempo.

Abbiamo progettato Carmignac Portfolio Credit proprio per offrirci la flessibilità di conseguire alpha in un ampio universo di investimento, avendo allo stesso tempo la possibilità di ridurre la nostra esposizione quando l’insieme di opportunità non giustifica una totale esposizione

Qual è il posizionamento del Fondo?

Queste sono le strategie che abbiamo adottato sino ad oggi nel 2021. Su questi mercati del credito segmentati, riduciamo l’esposizione netta a livelli prudenti attraverso le coperture e la nostra riserva di liquidità. Allo stesso tempo, individuiamo normalmente opportunità interessati in termini di rapporto rischio/rendimento che possiamo integrare nel Fondo, così che il portafoglio nel suo complesso mantenga un carry trade interessante, al netto del costo delle coperture e di qualsiasi onere legato alla liquidità. In conclusione, intendiamo offrire una soluzione alla problematica sollevata da molti investitori negli ultimi mesi, che riguarda i rischi per il Fondo derivanti da pressioni inflazionistiche e dall’aumento della volatilità dei tassi d’interesse. È vero che questi fattori hanno avuto un impatto sulla performance di molti nostri concorrenti dall’inizio dell’anno, ma Carmignac Portfolio Credit è riuscito ampiamente a eluderli.

Riteniamo che ciò sia riconducibile a due aspetti principali. In primo luogo, la duration del Fondo è ovviamente più bassa rispetto all’indice di riferimento, e alla maggior parte dei concorrenti, poiché abbiamo un’ampia esposizione lorda alle obbligazioni high-yield (le coperture mantengono l’esposizione netta a un livello molto più basso). Deteniamo inoltre investimenti significativi nel credito strutturato, che è a tasso variabile e non comporta alcun rischio di tasso d’interesse. In secondo luogo, ci focalizziamo su emittenti che tendono a essere esposti al ciclo economico e traggono vantaggio dall’inflazione, ad esempio nel settore energetico, o su aziende sostenute dalla ripartenza dell’attività commerciale dopo la pandemia. Quando i tassi d’interesse aumentano, gli spread del credito si riducono, compensando ampiamente l’impatto. Riteniamo pertanto che la duration registrata sovrastimi in modo significativo l’effettiva esposizione ai tassi d’interesse.

Ciò è stato un fattore trainante della sovraperformance di Carmignac Portfolio Credit dall’inizio dell’anno e, lungi dal considerarlo un rischio, riteniamo che a parità di altre condizioni possiamo mantenere la nostra performance assoluta e quella relativa in caso di persistenza delle pressioni inflazionistiche.

Carmignac Portfolio Credit

Accedi a tutto lo spettro del credito in un’ottica di massima flessibilità

Consulta la pagina del Fondo

2017 2018 2019 2020 2021 (YTD)
?
Year to date
Carmignac Portfolio Credit A EUR Acc +1.79 % +1.69 % +20.93 % +10.39 % +3.34 %
Indice di riferimento +1.13 % -1.74 % +7.50 % +2.80 % +1.17 %

Scroll right to see full table

3 anni 5 anni 10 anni
Carmignac Portfolio Credit A EUR Acc +10.94 % - -
Indice di riferimento +3.28 % - -

Scroll right to see full table

Performance della quota A EUR acc, codice ISIN: LU1623762843. La performance passata non è necessariamente indicativa di rendimento futuro. Il rendimento può aumentare o diminuire a seguito di fluttuazioni valutarie. Le performance si intendono al netto delle spese (escluse eventuali commissioni d’ingresso applicate dal distributore). Carmignac Portfolio indica i Comparti della SICAV Carmignac Portfolio, una società di investimento di diritto lussemburghese, conforme alla Direttiva sugli OICVM.

Fonte: Carmignac al 31/08/2021

Carmignac Portfolio Credit

Periodo minimo di investimento consigliato

Rischio minimo Rischio massimo

Bassi rendimenti potenziali Alti rendimenti potenziali

1 2 3 4 5 6 7

CREDITO: Il rischio di credito consiste nel rischio d'insolvibilità da parte dell'emittente.

TASSO D'INTERESSE: Il rischio di tasso si traduce in una diminuzione del valore patrimoniale netto in caso di variazione dei tassi.

PERDITA IN CONTO CAPITALE: Il portafoglio non gode di alcuna garanzia o protezione del capitale investito. La perdita in conto capitale si produce al momento della vendita di una quota a un prezzo inferiore rispetto al prezzo di carico

CAMBIO: Il rischio di cambio è connesso all'esposizione, mediante investimenti diretti ovvero utilizzando strumenti finanziari derivati, a una valuta diversa da quella di valorizzazione del Fondo.

L'investimento nel Fondo potrebbe comportare un rischio di perdita di capitale.

*Per la quota A EUR ACC. Scala di rischio tratta dal KIID (Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori). Il rischio di livello 1 non indica un investimento privo di rischio. Questo indicatore può cambiare nel tempo.

¹Indice di riferimento: 75% dell’indice BofA Merrill Lynch Euro Corporate, 25% dell’indice BofA Merrill Lynch Euro High Yield. ²31/07/2017.