La Lettre d'Edouard Carmignac

[Management Team] [Author] Carmignac Edouard

Luglio 2019 Il commento trimestrale sulle attuali sfide economiche, politiche e sociali, direttamente dalla penna di Edouard Carmignac.

Parigi,

 

   Gentile Signora, Egregio Signore,

 

  Una volta tanto, l’estate potrebbe essere relativamente serena sui mercati finanziari. Infatti, lo scenario che descrivevo appena tre mesi fa si sta bruscamente avverando.

   Giunte alla conclusione che nelle economie sviluppate il rischio inflazionistico è stato debellato, tanto sono potenti le forze deflazionistiche innescate dalla globalizzazione e dalla rivoluzione tecnologica, le banche centrali fanno a gara in materia di allentamento monetario. Come previsto, seguento l’esempio della Banca del Giappone e della BCE, la Fed si appresta ad abbassare i tassi di riferimento e a interrompere le manovre di riduzione del bilancio, con l’intento di sostenere l’attività economica statunitense anziché continuare a ostacolarla favorendo un dollaro forte.

   L’effetto non si è fatto attendere. Nel giro di tre mesi, il rendimento dei Treasury USA è sceso dal 2,5% al 2% e il dollaro ha iniziato a svalutarsi. I mercati azionari sono rimasti nel complesso stabili, consolidando il forte recupero registrato a inizio anno. Gli investitori sono pietrificati di fronte al prolungarsi delle tensioni commerciali e alla riduzione dei tassi di interesse a lungo termine, in passato spesso preludio di una recessione. A tal riguardo, l’allentamento delle tensioni avviato al G20 di Osaka, sebbene debba essere confermato dalla ripresa dei negoziati, dovrebbe rassicurare sul proseguimento di un’attività globale soddisfacente.

   Ma non illudiamoci. I vettori della crescita mondiale perdono forza. Come ho detto nella mia precedente lettera, dobbiamo individuare in quest’ottica le rare società in grado di generare un’attività sostenuta e di difendere i loro margini. In un contesto di tassi bassi a lungo termine, beneficeranno di un premio di valorizzazione maggiorato. Come prevedibile, saranno favorite le società tecnologiche, le aziende innovative in campo sanitario e una selezione di società promettenti nei paesi emergenti.

   Il potenziamento negli ultimi anni dei nostri team di gestione e di analisi nei mercati azionari e la loro focalizzazione sulle rare fonti di crescita mi rendono particolarmente fiducioso sulla nostra capacità di farLe beneficiare di queste nuove prospettive di investimento che, per quanto difficili, sono tuttavia promettenti.

   AugurandoLe una bella estate, colgo l’occasione, Gentile Signora, Egregio Signore, per porgere distinti saluti.

Édouard Carmignac